Viaggio nel Game-Making (Parte 1)


 

 
 
 

Ho deciso di fare una serie di articoli che chiamerò Viaggio nel Game-Making dove racconterò del mio approccio al mondo della “creazione” di videogiochi.

Forse è meglio fare un salto indietro.

L’immagine che vedete all’inizio della pagina è una versione modernizzata di quella che viene considerata la prima avventura testuale di sempre, Colossal Cave Adventure, uscita nel 1977.

Ho sempre avuto un grande amore per i videogiochi che a volte ha raggiunto anche degli apici un pò esagerati, ma non mi ero avvicinato più di tanto alla creazione di videogiochi in sé, forse perché intimorito da tutto quello che pensavo ci fosse dietro allo sviluppo di un videogioco. Questo quando ero più piccolino.

Ora invece conosco la scena indie dei videogiochi, e con la presenza di tutti questi tutorial presenti sul web mi sono sentito in grado di fare un primo passo in questo vastissimo mondo.

Ed il mio primo approccio alla creazione di videogiochi parte appunto con le avventure testuali, tramite un software che raccomando grandemente a chiunque fosse interessato, Twine.

 

twine immagine.png

Una storia alla quale sto lavorando.

Twine è un software che permette la creazione di avventure ipertestuali.

La cosa migliore è che è veramente semplice, e chiunque con un pò di pratica può creare delle belle storie ipertestuali, aggiungendo immagini, musica e video, e modificando a proprio piacimento l’aspetto della storia.

E’ anche un ottimo metodo per imparare un minimo come funzioni la programmazione, cosa siano e come funzionino le variabili (che sono dei valori modificabili nel corso della “storia”) ed altre cosine parecchio interessanti.

Ma queste sono cose in più.

Con Twine basta semplicemente scrivere, e creare dei passaggi, e la tua storia è fatta.

Molto probabilmente in futuro parlerò ancora di Twine e, perché no, potrei fare anche qualche tutorial, dato che la documentazione di Twine in italiano in giro per Internet mi è sembrata parecchio scarsa.

Ovviamente con Twine sono stati pubblicati anche parecchi giochi Indie, che probabilmente recensirò in futuro.

 

Qui finisce il mio primo articolo di Viaggio nel Game-Making.

Alla prossima!

 

Leave a Reply