Resoconto viaggio 


 

 
 
 

Tutto iniziò con questo 

Questo weekend ho fatto un breve viaggio a Borgo a Mozzano (sì, sempre in Toscana)  per prendere parte ad un matrimonio (auguri Luca e Ilaria!). Pensavo che questo sarebbe stato un viaggio come gli altri, ma così non è stato. Infatti ho avuto modo di pensare e di ammirare. Gli sposi erano fan sfegatati degli U2 e del rock in genere, perciò tutto il matrimonio aveva come tema la musica. Da grande appassionato di musica ho apprezzato tantissimo e mi sono trovato molto bene. Il pranzo si è tenuto in un agriturismo tra le colline fornendo agli invitati una vista fantastica:

Ogni tavolo aveva “allegata” una canzone. La mia mi ha fatto molto riflettere, dato che io sono una persona che prende spunto da tutto ciò che mi circonda per i miei pensieri. La canzone era “Musa” dei Marlene Kuntz:

E’ una questione di qualità:

la tua presenza

rassicurante e ipnotica

mi affascina

e gioca col mio senno

e ne lascia ben poche briciole.

 

E io amo darlo a te,

o amabile

custode degli sguardi che

ti dedico

fra lo sragionamento e l’estasi

degli amplessi magnifici,

 

perché tu sai come farmi uscire da me,

dalla gabbia dorata della mia lucidità;

e non voglio sapere quando, come e perché questa meraviglia alla sua fine arriverà.

 

Musa: ispirami

Musa: proteggimi

Ogni ora

 

mi strega e mi rapisce

la tua giovane

saggezza incomparabile

(che ossequio)

e l’eleganza di ogni tua

intenzione è incantevole.

 

e quando ti congiungi a me

sai essere

deliziosamente spinta

e indocile,

coltivando le tue bramosie

sulle mie avidità.

 

tu sai come farmi uscire da me,

dalla gabbia dorata della mia lucidità;

e non voglio sapere quando, come e perché questa meraviglia alla sua fine arriverà.

e sai come prenderti il bello di me

mettendo a riposo la mia irritabilità;

e non voglio sapere come riesci e perché: è una meraviglia, e finchè dura ne godremo

insieme.

 

Musa: ispirami

Musa: proteggimi

Musa: conducimi

Musa: adorami

Musa: noi ne godremo insieme

 

voglio aver bisogno di te:

come di acqua confortevole.

vuoi aver bisogno di me? troverai terreno fertile.

Vi consiglio vivamente di ascoltare. In sostanza, la riflessione che vi voglio proporre oggi è: prendere spunto da ciò che ci circonda vuol dire non saper pianificare o essere creativi? 

Che ne pensate? Fatemelo sapere con un commento. Buona riflessione! 

Matt

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.