Alla scoperta delle Fiandre: Bruges!

Dopo la visita a Bruxelles, di cui ho parlato nel precedete articolo (QUI), arriviamo al punto focale del mio viaggio, visitare la magnifica cittadina di Bruges!

rhdr


Come arrivarci?

  • Come ho spiegato nel precedente articolo, da Bruxelles Charleroi partono i bus Flibco che vanno in due ore diretti a Bruges, con la sola fermata intermedia a Gant. La stazione di Flibco a Bruges non si trova facilmente, dovete attraversare la stazione dei treni e andare nell’enorme parcheggio sul retro.
  • Da Bruxelles centro, è possibile prendere il treno che in un’ora arriva a Bruges, ottimo se viaggiate durante il weekend e potete usufruire della tariffa weekend.

Nel nostro caso, abbiamo optato per il treno all’andata, visto che ci trovavamo in centro e per il pullman al ritorno così da essere direttamente a Charleroi per il volo della mattina seguente.

Per l’alloggio, come spesso accade ci siamo date all’avventura in ostello, precisamente il Lybeer Hostel. Nel complesso non è male, la posizione è ottima, in pochi minuti si raggiunge il centro.

ancient architecture bruges buildings

Bruges, il quadro perfetto

Inutile dire quanto son rimasta stregata da questa meraviglia, Patrimonio dell’umanità UNESCO, Bruges possiede forse il centro città medievale meglio preservato.


Cosa vedere?

Ogni mattina alle 10 dalla piazza del Markt, parte un walking tour GRATUITO organizzato da Viva’s, alla fine del tour avrai la possibilità di dare la mancia alla guida se il tour è stato di tuo gradimento, ma senza nessun obbligo! Le guide sono facilemente riconoscibili dalla cartellina e l’ombrello tipicamente arancione! Qui il loro sito e questo è il tour gratuito (noi non lo abbiamo fatto, ma è consigliato registrarsi nei giorni di affollamento)! Io lo STRA-CONSIGLIO!!! Le guide sono preparatissime, simpatiche e senza di loro avrei mancato di visitare punti focali della cittadina.

A seguito vi riporto i punti che, a parer mio, consiglio di visitare assolutamente:

  1. Markt:è la piazza più importante e affascinante di Bruges. Tipica per i suoi edificio con i tipici frontoni a gradoni.IMG_20190112_214729_715Da qui partono le carrozze trainate da cavalli. Ho amato l’atmosfera che si crea con le luci della sera. Il mese di gennaio è sicuramente consigliato per l’affluenza minore di turisti (sempre comunque tanti), ma rendono la piazza molto intima. Ogni mercoledì la piazza si trasforma e ospita il mercato alimentare.dav
  2. Burg: è la seconda piazza più importante dopo il Markt, dista solo un isolato. E’ meno spettacolare, ma non per questo meno ricca di sotira. Fino al 1799 vi sorgeva la Cattedrale di San Donaziano, rasa al suo successivamente da fanatici antireligiosi.Immagine correlata
  3. Belfort: simbolo di Bruges è la torre civica che domina piazza Markt. La torre è stata edificata, costruita e ricostruita in diversi secoli. E’ possibile salire i suoi 83 metri di altezza tramite i 366 gradini che vi porteranno alla vetta. E’ composta dalla campana principale e altre i 47 campane che formano il Carillon, che viene suonato a mano ogni giorno alle 18.rhdr
  4. Minnerwater: noto anche come lago dell’amore, è uno dei punti più caratteristici di questa città , un luogo magico dove è possibile camminare nel verde a fianco del canale. rhdrdav
  5. Bejinhof (Beghinaggio): spostandovi di qualche centinaio di metri dal Minnerwater, riuscirete a raggiungere il Bejinhof. Si tratta di uno dei luoghi più caratteristici di Bruges, era il luogo in cui si trovavano le beghine, da cui si evince “il beghinaggio”. L’ultima beghina è morta molto tempo fa, maancoa oggi, tra le case bianche, vivono le monache di un convento benedettino.smartcapture
  6. Rose Hat Quay (Rozenhoedkaai)/Giro dei canali in barca: da qua partono ogni 20 minuti i battelli per il tour dei canali della durata di 30 minuti. Nono sono amante di queste esperienze troppo turistiche, generalmente cerco di staccarmi e conoscere il luogo che visito tramite persone del posto, cercando di cogliere particolari diversi. In questo caso, persino le persone del posto mi hanno consigliato la crociera e devo dire che non me ne sono pentita. Osservare la città dall’acqua offre prospettive completamente diverse, mi sono immedesimata  nei mercanti veneziani che centinaia di anni fa  giungevano a Brugge per incontrarsi.dav
  7. St Bonifacius Bridge (Ponte dei sospiri): si dice che il nome le sia stato dato a seguito del fatto che, essendo estremamente stretto (è il ponte più piccolo di Bruges!), passando era impossibile non toccarsi e tale espediente era usato da giovani donne e uomini, che in questo modo potevano brevemente sfiorarsi, lasciandosi poi con un lungo sospiro.IMG_20190116_203148_669rhdr

 

Con i suoi viali acciottolati, gli archi di mattoni, le chiese di pietra e i pittoreschi ponti, i cigni, i cavalli che tirano i calessi sulle strade, Bruges è una delle città più affascinanti che io abbia mai visto. 

A presto con nuovi approfondimenti ;)

Ari

dav

 

 

 

Read Users' Comments (0)

Viaggiando

Cosa significa per voi #viaggiare? Credo che sia uno dei momenti unici ed esperienze che ci aiutano a conoscere il diverso, il nuovo e favoriscono una grande crescita interna. Ne parlo oggi in live sul mio account instagram Il_saqlia. Ti aspetto per darti consigli e ricevere tanti feedback.

 

Read Users' Comments (0)

Due Sukhoi bianchi tra Venezia e Milano Malpensa

Ieri sono pervenuti a Venezia due Sukhoi totalmente bianchi con marche RA-97010 in foto e RA-97015.

Read Users' Comments (0)

 Page 7 of 15.983  « First  ... « 5  6  7  8  9 » ...  Last »