Il codeshare Alitalia con Jet Airways

Da ormai due giorni Alitalia e Jet Airways hanno siglato quello che si chiama memorandum of understanding in cui si impegnano a operare voli in codeshare a partire dal 2010. Detto in altre parole – forse più semplici e comprensibili – il nuovo volo della compagnia indiana tra Malpensa e Nuova Delhi (di cui FlyerZ blog ha già parlato) avrà il codice di Alitalia e – di contro – alcuni voli nazionali operati da Alitalia saranno disponibili anche con il codice di Jet Airways.

Dal 5 dicembre dunque via a questa nuova collaborazione che lascia tuttavia molti quesiti irrisolti. Uno dei primi punti riguarda la scelta di Alitalia di stringere accordi con compagnie piuttosto “lontane” dall’alleanza cui appartiene Skyteam. Fatto questo che nel caso di Jet Airways ha ancora più rilevanza, giacchè il vettore indiano vanta già intense cooperazioni e accordi con aerolinee vicine ad altre big alliance (Soprattutto nell’ambito di Star Alliance). Si tratta di scelte che già altre volte si sono verificate e che erano principalmente dovute ad un’unica ragione: l’incapacità di una compagnia di operare in quel mercato.

null

(1) A330 Jet Airways – foto da air-passion.be

Proprio discutendo al proposito viene da chiedersi quali siano le ragioni che hanno spinto le due compagnie a siglare un accordo: nel caso del vettore indiano che – ricordiamolo – è la compagnia che di fatto OPERA IL VOLO TRA I DUE PAESI – si tratta di estendere il numero di destinazioni attriverso piccoli collegamenti feeder che permettano ai passeggeri che arrivano a Malpensa di raggiungere altre località nel nostro paese. Valutiamo ora la situazione dalla parte di Alitalia:  benchè il suo presidente – Colaninno – abbia dichiarato che ”L’accordo con Jet Airways  rappresenta un ulteriore passo nella strategia di crescita di Alitalia sui mercati internazionali che ha gia’ visto l’Azienda sottoscrivere importanti intese con vettori quali Aeroflot, Etihad e Vietnam Airlines” le cose vanno guardate per quello che sono, senza cercare di adattarle ai propri preconcetti.

In primis va subito detto che il mercato indiano è stato ed è – assieme a quello cinese – il più promettente per quanto concerne il settore aereo perchè le stime e i dati di crescita del traffico sono in deciso aumento e negli ultimi tempi vi è stata una rincorsa senza freno delle compagnie per attingere a questa sorta di miniera d’oro. Ciò che molti dimenticano o non ricordano è che in questa sorta di arricchimento generali attraverso i nuovi voli da e per l’India, due vettori hanno alzato bandiera bianca, TOTALMENTE incapaci di generare un profitto da questi voli: si tratta nientedimeno che di American Airlines ad Alitalia. Benchè non sia il caso di dissertare il perchè proprio queste due compagnie abbiano dovuto rinunciare alle proprie velleità (e non è un caso), va registrato che Alitalia ha sostanzialmente dovuto porre una pietra tombale e dichiararsi incapace di operare profittevolmente dei servizi tra il continente indiano e la nostra penisola.

[...]

Read Users' Comments (0)

CASA. 21 marzo 2009

Eccomi qui… di ritorno alla base… forse è ancora presto per tirare le somme…ma poi

Read Users' Comments (0)

PARIGI. 13 marzo 2009

Parigi Eccomi qua, nel cuore dell’Europa. Scesa dal pullman che mi ha portato qui dall’O

Read Users' Comments (0)

 Page 16.030 of 16.033  « First  ... « 16.028  16.029  16.030  16.031  16.032 » ...  Last »