sai quando il vento

joselito sabogal

…e non è stato facile  abbracciare tutta la rosa: i venti non stanno fermi, nemmeno quando l’acqua sembra stare immobile, sotto, al fondo, il vento si fa correnti, proprio come in noi qualcosa, che è soffio e furia, ci sposta da un precedente passo e ci spinge verso ciò che è noi, il diverso che ancora non abbiamo visto. A volte soffiano forte, fortissimo addirittura,  altre invece sono discreti, brezze, appena un respiro ma bisogna comunque prestare attenzione, il vento lo portiamo in corpo, è linfa del nostro sangue  ed è, ancora una volta, l’altro, lo sconosciuto, l’ignoto che si approssima.

Ringraziamo tutti coloro che ci hanno portato il loro contributo: Alessandra Zottoli, Angela Greco, Antonella Troisi, Api, Daìta Martinez, Elina Miticocchio, Federica Nightingale, Irene Ester Leo, James Joice (attraverso Margherita Bruno), Lucetta Frisa, Maria Allo,  Maria Grazia Galatà, Morfea (Antonella Taravella), Romeo Raja, Sebastiano Patanè, Simonetta Bumbi, Fernanda Ferraresso.

 cartesensibili [...]

Read Users' Comments (0)

Video Costa Concordia

Costa Concordia. Le decisioni in plancia comando

video

Ecco il video (esclusiva del TG5) delle per nulla concitate fasi di salvataggio della Costa Concordia, la drammatica sera del 13 gennaio 2012. Il filmato girato da qualcuno che aveva accesso alla plancia di comando (forse l’amica del comandante, la ragazza rumena Domnica Cemortan attualmente interrogata dagli inquirenti e che in quelle ore si trovava in plancia di comando), mostra per l’appunto in 8 minuti e 45 secondi quel che sta avvenendo nella cabina di comando, popolata da ufficiali italiani. Il video inizia alle 22,15, quando la nave da crociera presenta già uno squarcio di 40 metri sulla fiancata sinistra, è inclinata di 12 gradi e si ha notizia di un ferito tra l’equipaggio. Sono trascorsi già 40 minuti dall’impatto con lo scoglio dell’isola del Giglio, che tutti i passeggeri avevano avvertito (avvenuto alle 21,35): un forte impatto dal momento che la nave stava viaggiando alla velocità di 15 nodi, nell’intenzione del comandante Schettino di avvicinarsi molto alla terraferma proseguendo però in direzione di Savona dov’era attesa. Nonostante la nave imbarcasse acqua e due compartimenti fossero già allagati, nonostante il motore principale di poppa fosse in avaria e pure 3 dei 6 generatori elettrici, in plancia regnava la calma. L’ordine di evacuazione, dopo che il comandante seppe che i passeggeri stavano già salendo per conto loro sulle scialuppe, venne dato più tardi. Dopo 2 minuti e 25 dall’inizio del filmato il comandante dice: Vabbuò facciamoli andare a terra. E al telefono con qualcuno avverte che deve dare l’emergenza generale. Poi però un altro ufficiale dice Aspetta aspetta. E passano altri minuti preziosi… Poi viene suggerito di chiamare i rimorchiatori… Finalmente alle 22,32 il comandante Schettino dà sottovoce l’ordine di abbandono nave: ordine che si tramuta in annuncio multilingue solo dopo 10 minuti.

Read Users' Comments (0)

Architettura come… Parigi

Tra le mete turistiche per eccellenza, Parigi offre (e nasconde!) innumerevoli esempi di architettura.
I grandi nomi dell’architettura moderna hanno lasciato qui la loro firma: Le Corbusier, Robert Mallet-Stevens, Renzo Piano, Jean Nouvel, Dominique Perrault, Kenzo Tange, Auguste Perret, Frank O. Gehry, Christian de Potzamparc, Kiso Kurokawa, Oscar Niemeyer,… e si potrebbe continuare all’infinito.
Per non contare tutta la periferia, che accoglie, tra le altre ,Ville Savoye e la Maison Carré, unica opera di Alvar Aalto in Francia.

Vera Disneyland dell’archiettura, è dunque facile perdersi tra le sue vie.
Per questo, nel mio primo viaggio da “architetto” di qualche anno fa, ho acquistato Guide de l’architecture moderne à Paris, scritto da Hervé Martin, che raccoglie tutti (e forse questo è il suo primo difetto) gli edifici moderni di Parigi.

Acquisto veramente utile per collocare sulla carta in modo esatto gli edifici da visitare.
La grande pecca è di essere un libro pensato per un neofita della materia. Ad una breve descrizione dell’edificio accompagna una o due fotografie, spesso scadenti.
Mancano piante e sezioni: in un viaggio di architettura avere sottomano gli elaborati rende già al primo impatto più facile la comprensione dell’edificio visitato.

Read Users' Comments (0)

 Page 15.706 of 15.774  « First  ... « 15.704  15.705  15.706  15.707  15.708 » ...  Last »